Elisa: L’anima vola ed anche molto in alto, la recensione di Fabio Fiume

Elisa
Finalmente ce l’ha fatta! Elisa, dopo diverse prove a piccole dosi, partite con quel fortunato Sanremo del 2001, approda ben 12 anni dopo al suo primo disco interamente in italiano, intitolato “L’anima vola”. La curiosità è stata tantissima sin dall’annuncio di questo lavoro, favorita non solo dal vento di novità, ma anche dal fatto che la cantante friulana è sempre apparsa più a suo agio con le composizioni in inglese, relegando difatti soltanto a ballads abbastanza di maniera la sua produzione in lingua madre. Laddove i pezzi superavano la soglia del “carino, non c’è male” sotto la quale, diciamo il vero, Elisa mai è scesa, c’era sempre la mano di qualche collega autore, più avvezzo all’italica scrittura. Ma l’attesa è valsa la pena, visto che oggi il risultato è un godibilissimo progetto dal sound estremamente internazionale, con “rimembranze coldplayiane” nella traccia d’apertura “Lontano da qui”, ma anche con varie spruzzatine qui e là, mentre nella title track, nonché singolo da dieci e lode, sembra di sentire Elisa per metà canzone, intima, profonda, divisa tra falsetto e voce piena che d’improvviso si traveste da vocalist di una band indie.”Un filo di seta negli abissi” è una gemmina ipnotica, mentre “A modo tuo”, scritta per lei da Ligabue (ancora) è una dedica riuscita alle vite nuove che hanno popolato quella di entrambi, autore e interprete. Sangiorgi è un’ombra che aleggia in “Ecco che” che conclude il tutto, mentre più opaca è “E scopro cos’è la felicità”, con testo e cameo di Tiziano Ferro, che però dà quell’impressione (poche eccezion fatte) che le cose che scrive, stiano sempre meglio in bocca a lui che a chi le dona. Presente anche “Ancora qui” ( di e con Ennio Morricone ) dal film Django Unchained, onore tricolore in una ost a stelle e strisce. Se “L’anima vola” esame era, allora possiamo dire che Elisa lo ha ampiamente superato; d’altronde non se ne avevano dubbi. Otto

Fabio Fiume

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...