Nelly Furtado – Lo spirito indistruttibile si… ma un po’ ammaccato!

Mettiamo subito in chiaro una cosa, ovvero che “The spirit indestructible“, il nuovo disco di Nelly Furtado, è un album bruttarello assai! Eh si, detta così può sembrare davvero un’affermazione impietosa, però tant’è. Eppure di cose buone nel disco ce ne sono, forse anche notevolmente sopra il valore medio del pop odierno, a confermare che la trentatrenne Nelly ha ancora qualcosa da dire, pure se in molti stanno cantando per lei la morte del cigno. Cosa c’è allora che non ci piace in “The spirit indestructible”? Presto detto! Il disco da la sensazione forte di essere stato concepito in fretta, nonostante arrivi a tre anni dal progetto latino “Mi plan” ed addirittura a sei dall’enorme successo di “Loose“, che nel 2006 fu uno dei dischi più venduti al mondo. Inoltre sembra che in esso si siano volute mescolare le troppe facce stilistiche che la cantante canadese custodisce in sè, senza concedere alcuna priorità. All’interno di “The spirit indestructible”, ci trovi la Nelly dei ritmi urban/hip hop con cui la vestì Timbaland per “Loose”, ma anche il mix irresistibile di rap e pop melodico che le agevolò gli esordi con “Whoa Nelly“; e poi  il folklore che colorò un album intero ( il secondo intitolato proprio “FolKlore“)  e le radici portoghesi di “Mi plan”, ma senza una vera e propria coerenza, mischiando alla rinfusa. E nella mischia c’è poi una netta divisione, nonostante il disco sia firmato quasi tutto Furtado/Jerkins; tra i due sembra molto più netta la supremazia dell’autore e producer nella prima parte del disco, come a privilegiare gli Stati Uniti, con le basi urban, le drum machines in prima linea, gli innesti rap altamente trascurabili, ( nemmeno Nas compie il miracolo in “Something” ) mentre nella seconda parte, sembra che Nelly abbia imposto le sue certezze, privilegiando un sound di matrice più europea, riuscendo ad apparire elegante e soprattutto interprete persino in episodi dance. Come preannunciato però non mancano episodi effettivamente buoni in questo lavoro, partendo dalla title track, che in Europa ha fatto da secondo singolo, in cui il miscuglio di suoni negli arrangiamenti, provenienti da momenti storici diversi, riesce a convivere con un’ ottima linea melodica e con invenzioni vocali atte a valorizzare la voce dell’artista, rendendo piacevole una caratteristica altrimenti urticante, ovvero lo schiacciamento delle note, tipico negli acuti della nostra. In Usa invece, come seguito della trascurabilissima “Big hoops“, le hanno preferita l’orrenda “Parking lot” ( che vuol dire proprio parcheggio ), esempio smargiasso di truzzata americana a cui mancava giusto il video girato nel parcheggio di un grande magazzino ( e purtroppo l’hanno fatto! ). L’episodio dance di “Waiting for the night“, ricorda a Pitbull che fare musica da ballo non vuol dire per forza essere cafoni ed a J.Lo che qualche colore in più nella voce non guasterebbe. Buona anche “Miracles“, che non ha la forza di “All good things” che un lustro fa, fu al n° 1 anche da noi, ma si muove sulle medesime suggestioni. Proprio come “All good things” era il brano migliore, nonchè l’ultimo della track-list di “Loose”, anche in “The spirit indestructible” il brano migliore si trova in fondo alla scaletta e si tratta di “Believers“; stavolta però non si parla di un lento ma di un power pop brillante, scritto per Nelly da Rick Nowels ( che tanti successi ha composto per varie cantanti ), unico episodio nel lavoro dove si può scorgere una batteria vera, che detta la guida assieme al basso e dove Nelly canta a pieni polmoni, su melodia convincente per quanto ordinaria, ma impeccabile dal punto di vista della resa. Sarebbe un singolo esplosivo. Dice di avere uno spirito indistruttibile la Furtado nell’omonima canzone  e forse sarà pure così, però, a nostro avviso, qualche ammaccatura con questo disco l’ha presa. Sarà il caso di una bella revisione.
Cinque=Immagine

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...