SANREMO 2010: dalla sala stampa del Festival, in diretta il live bloggin’n della prima serata.

Dall’ inviata Alessandra Carnevali: http://festival.blogosfere.it

Siamo pronti in Sala Stampa. Sta per cominciare il Festival e quindi anche il nostro primo livebloggin che spero seguirete numerosi intervenendo con commenti e critiche. La serata si preannuncia lunga e tortuosa. Speriamo divertente almeno un pochino. La scaletta provvisoria è questa:

Irene Grandi, Valerio Scanu, Toto Cutugno, Arisa, primo ospiteCassano, Nino D’Angelo con Maria Nazionale, Marco Mengoni,Secondo ospite Susan Boyle, Simone Cristicchi, Malika Ayane, Pupo,Emanuele Filiberto e Luca Canonici, Enrico Ruggeri, Sonohra, Povia, Irene Fornaciari con i Nomadi, Noemi, Fabrizio Moro, terzo ospite Dita von Teese. Al termine delle esibizioniAntonella Clerici presenterà i 10 giovani della Nuova Generazione.

Ma ecco che comincia: ad aprire la coppia Bonolis e Laurenti al buio….frizzante l’inizio con accenni ai gatti di Bigazzi della Prova del Cuoco,a Morgan e al rischio di squalifica per Arisa che di vero nome fa Rosalba Pippa. Poi Bonolis canta in romanesco per un omaggio alla canzone popolare, poi l’orchestra diretta da Wolverine attacca, si accendono le luci e Laurenti canta la sigla, del festival della Canzone italiana, in inglese.

Poi giocano come al senso della vita con l’interpretazione delle fotografie sui tre buoni motivi per cui si guarda il Festival.

Sono divertenti e speriamo che non sia questo l’unico momento di spasso. Ma ad un certo punto impazzisce la scenografia e da un oblò semovente con porticina apribile, discende , tutta vestita di rosso, la bionda Antonella Clerici. Bonolis le consiglia di salutare il Sindaco di Sanremo prima che cambi. Poi si discute se il  vestito di Antonella sia rosso polmone o rosso angioma. Antonella inizia a presentare mentre i due ospiti aspettano che si apra la porticina dell’ovale che non si apre. Quando poi si spalanca Laurenti fa l’imitazione di ET. Arriva la prima artista che è Irene Grandi con un brano di Bianconi dei Baustelle LA COMETA DI HALLEY. Una canzone dal bellissimo testo e che funzionerà in radio. voto al primo ascolto 7 e mezzo.

Il secondo a cantare è Valerio Scanu con Per tutte le volte chescritta da Pierdavide Carone e a me pare la più classica delle canzoni sanremesi, ben cantata ma non mi convolge più di tanto. Voto 6 e mezzo.

La giuria demoscopica composta da 300 persone è posizionata in galleria, non possono uscire, andare in bagno nè parlare tra loro. Un inferno.

Antonella presenta un veterano, 15 volte al festival ovvero Toto Cutugno. Mi pare un pò fuori forma e la canzone non è il massimo. I suoi Aeroplani volano bassi bassi e il mio voto è 5.

Il brano di ArisaMalamoreno’ è grazioso e accattivante ma niente a che vedere con l’appeal di Sincerità. Lei sembra una nuova Orietta Berti con meno voce. Il look è sempre estremizzato e l’abbinamento con il trio en travestì delle Sorelle Marinetti, forse non aggiunge nè toglie nulla al pezzo. L’immagine comunque funziona. il mio voto è 7 meno.

Ora tocca all’ospite sportivo, Antonio Cassano.

Piacevole il ritmo di Nino D’Angelo e di Maria Nazionale in una canzone di protesta interamente in dialetto. Jammo ja. voto 7.

Ed ora è il momento di Marco Mengoni, vincitore di X factor, vestito da cremino. Credimi ancora è la canzone. Tifano per lui a gran voce dal pubblico. La canzone non è questo gran che ma lui mi piace a prescindere.  Voto 7 e mezzo. A lui e alla sua voce, però.

Ma adesso spazio a Susan Boyle, per la prima volta a Sanremo, per la prima volta in Italia. Canta la canzone che la fece conoscere al mondo: I Dreamed a dream dal musical I Miserabili. Non rilascerà interviste e non parteciperà a conferenze stampa. E’ qui solo per cantare e deliziare tutti con la sua bellissima voce. Alla fine del pezzo lei manda un bacio al pubblico e il pubblico le tributa una standing ovation. Le chiedono se le piace l’Italia? Lei dice di amarla soprattutto per la gente  e di voler tornare al più presto. Poi racconta di come è cambiata la sua vita grazie all’incontro con tante persone meravigliose.

Alle 22,33 arriva Simone Cristicchi riccio riccio e con la giacca rossa da cocchiere, divertente e irriverente, con Carla Bruni in un inciso accattivante. Voto 8. Effetto Silvestri. Effetto Paranza.

Entra un pianoforte coperto di lustrini  ed è il momento di Malika Ayane che ricorda nel look Giuni Russo. Ricomincio da qui. Bellissima canzone che cresce all’infinito e non ha  un inciso. Raffinata e giustissima per la sua voce. Voto 8 e mezzo. Finora la migliore. E sono le 22,44.

Una bordata di fischi accoglie il trio Pupo, Principe e Luca Canonici con Italia amore mio. Si scopre che il piano pralinato è per Ghinazzi. La faccenda è abbastanzza imbarazzante e i fischi continuano si mischiano ad uno sventolio di tricolori in platea. voto 3.

Alle 22.50 si parla di Morgan. Tirata della Clerici contro la droga. Non è possibile far ascoltare la canzone. Antonella legge un passo del testo e augura a Morgan di ritrovarsi. Dopo sta botta di retorica,  torna Cassano.

Antonella e il calciatore parlano per circa mezz’ora del nulla e poi alle 23 arriva la pubblicità. Voglio una cioccolata calda da Casa Sanremo altrimenti non ce la posso fare.

Ripresa con balletto aereo e ginnico e poi dialogo tra la conduttrice e il maetro Wolverine che si chiama Sabiu, poi si parla dell’iniziativa per i bambini malati terminali e la casa dei Sogni ed infine arriva Enrico Ruggeri con La notte delle Fate. Dirige sua moglie Andrea Mirò. Sono le 23.15. Finora è bello noiosetto sto festival, non trovate?

Anche da Ruggeri mi aspettavo di meglio. voto 6.

Sonohra arrivano al Festival  per cantare la 1735ma canzone del festival di Sanremo. Baby è la canzone. Ballatona ona ona. Piacerà alle loro moltissime fan. A me non suscita molte emozioni. La trovo un pochino risentita. Voto 6 e mezzo.

Povia presenta La verità che sta tra Luca e il piccione, tra due violoncelliste e le collane del cantante passando per la voce della bella corista Monia Russo. La canzone non è bruttissima, però non saprei come classificarla.6 politico?

Irene Fornaciari e i Nomadi cantano Il mondo piange e mi lasciano abbastanza fredda . Sarà l’ora sarà la noia. voto 6. Segue Noemi che ha una canzone discreta, ma banalotta ma si impappina sul testo e stona pure. voto 7 meno meno. Alle 23.45 arriva l’ultimo artista ed è Fabrizio Moro: ah Fabrì salvaci tu. Sarà perchè Non è una canzone, ma la sopporto meglio di altri. E’ reggae e radiofonica. voto 7 +. Da riascoltare.

Finite le canzoni arriva la sexy regina del burlesque, Dita Von Teese. Strip tease. Anzi Strip Teese. Alla fine  la ex moglie di Marilyn Manson si tuffa in una coppa di champagne. E’ il primo momento i cui tutti sono incollati al televisore.  Cassano non si esprime per paura delle reazioni della fidanzata Carolina.

Ed ora aspettiamo il verdetto.

Sono le ore 0,19: vanno fuori dalla gara TOTO CUTUGNO, NINO D’ANGELO E PUPO CON EMANUELE FILIBERTO E LUCA CANONICI.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...